Cronaca di MC , 05/08/2022 14:33

West Nile, ora l'allarme suona forte: sei nuovi ricoveri, 50enne in rianimazione VIDEO

Allarme West Nile

Lo dice senza giri di parole il direttore generale dell’azienda ospedaliera Giuseppe Dal Ben: i casi stanno aumentando con una certa velocità e l’impatto della malattia sulle strutture ospedaliere non è trascurabile. Possiamo affermare che la West Nile ha soppiantato il Covid, per numeri, in molti reparti, anche ad alta intensità di cura”. I 6 ricoveri nelle ultime ore a Padova hanno fatto scattare l’allarme. Una donna di 51 anni, di Polverara, e un uomo di 66 anni di Maserà sono in Terapia intensiva. Un altro uomo di 72 anni è in neurologia. Gli altri 3 ricoveri paiono, per ora, meno gravi e i pazienti, due di Conselve e uno di Padova, sono nel reparto di Malattie Infettive. Le zanzare fanno paura. Complessivamente sono attualmente ricoverati nei reparti dell’Azienda Ospedale Università di Padova 15 pazienti. Ben 6 di questi sono in Terapia Intensiva.

“E’ una malattia da non sottovalutare, che nelle forme più gravi riguarda soprattutto persone che hanno già altre patologie, spiegano i medici. la West Nile provoca in questi fisici debilitati febbre, mal di testa, debolezza, per arrivare nei casi più gravi ad un forte interessamento meningeo, con meningoencefaliti ed altre forme neurologiche che possono arrivare a mettere in pericolo la vita dei pazienti. Sabrina Bellamio, figlia dell’imprenditore Mariano Bellamio, che ha perso la vita in seguito all’infezione di West Nile, racconta attimi terribili, lanciano un appello agli anziani a proteggersi con i repellenti e con le zanzariere. 

Attenzione anche ai corsi d’acqua oggi stagnanti a causa della siccità e alle pozze nei giardini. È lì che ai annidano più spesso le zanzare. Riduciamo gli accumuli domestici ed evitiamo gli ambienti a rischio, afferma Giseppe Dal Ben.

Intanto a Padova una nuova ordinanza per la disinfestazione straordinaria in altre due zone della città dove sono stati rilevati casi di contagio da virus West Nile. Nella notte, tra le 23.50 e le 4 in Via del Bigolo e in via Mozart.  L’ordinanza contiene alcune importanti raccomandazioni, come la chiusura delle finestre, la raccolta di frutta e verdura e la protezione degli animali domestici durante i trattamenti.  

IL BILANCIO Con i 6 nuovi casi emersi oggi per quanto riguarda l’Ulss 6 Euganea, il bilancio totale di positive a West Nile sale a 68 di cui 42 con patologie neuroinvasive, 19 con febbre, 3 apiretiche, 2 asintomatiche. 
I decessi sono 5 in totale.