Cronaca di Redazione , 06/08/2022 6:20

Perde il controllo della moto, si schianta e muore. Il Comune risarcirà la famiglia, ecco perchè

Viorel Catavelea e il luogo dell’incidente
Viorel Catavelea e il luogo dell’incidente

Era il 10 novembre 2017. Viorel Catavelea, 16 anni, è in sella alla sua moto, una Yamaha 125, e sta tornando da scuola. Mentre percorre via Due Palazzi a Padova, in direzione Villafranca dove abita co la famiglia, centra un gradino di asfalto che si è formato in seguito a dei lavori: perde il controllo del mezzo e nonostante il tentativo di mantenere il controllo si schianta e perde la vita.
Il tribunale di Padova, pur imputando l'80 per cento di responsabilità al ragazzo, ha riconosciuto la "colpa" anche del Comune di Padova condannandolo al pagamento di un risarcimento complessivo di 170 mila euro a favore dei genitori e della sorella oltre a 25 mila di spese processuali. Il giudice Caterina Zambotto nel prendere la decisione ha tenuto conto della relazione del consulente tecnico d'ufficio: “È altamente probabile che il transito sul gradino abbia causato o contribuito ad aggravare il fenomeno di oscillazione del gruppo sterzo del motociclo, rendendolo incontrollabile”. Insomma se quel gradino non ci fosse stato probabilmente l'incidente non si sarebbe verificato. E' anche pure vero che è stato accertato che il minore viaggiava ad una velocità maggiore rispetto ai limiti e per questo al Comune è stata imputata una responsabilità pari al solo 20%.