Cronaca di Redazione , 26/11/2021 11:51

Muore di covid nel trevigiano e gli rubano le macchine fotografiche, ritrovate a Bari

Una collezione di macchine fotografiche rubate a febbraio a Fregona, nel Trevigiano, ad un 77enne vittima di Covid, il giorno del suo funerale, è stata ritrovata nel porto di Bari e riconsegnata alla moglie dell'uomo. 

La Guardia di Finanza di Bari e gli uomini dell'Agenzia delle Dogane avevano sequestrato la refurtiva a marzo a bordo di un furgone guidato da un cittadino albanese, residente nel Padovano, contenente scatole e valige con merce varia, pronto per imbarcarsi verso l'Albania. All'interno di due colli i militari avevano trovato 8 macchinette e 30 obiettivi fotografici professionali, dei quali - hanno poi accertato - era stato denunciato il furto un mese prima da una signora di Osigo, frazione di Fregona. Anche il sindaco della cittadina nel Trevigiano aveva fatto appello per la restituzione della collezione, appartenente al marito della denunciante, deceduto pochi giorni prima a causa del Covid. 
Grande appassionato di fotografia, come testimoniano le vittorie ottenute in diversi concorsi di settore, l'uomo custodiva in cassaforte i pezzi più importanti della sua collezione, trafugata il giorno del suo funerale. Dopo nove mesi quella collezione, che per la donna ha soprattutto un valore affettivo, è tornata a casa attraversando nuovamente l'Italia dalla Puglia al Veneto.