Cronaca di Redazione , 15/09/2021 14:01

Tormentava l'ex moglie e le figlie: marocchino di 51 anni arrestato ed espulso

Violenza domestica (foto archivio Pexels)

Gli era già stato imposto di allontanarsi dalla casa di famiglia e gli era stato vietato di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla coniuge e dalle due figlie. Dopo l'ennesimo agguato, questa volta sul pianerottolo di casa, un cittadino algerino di 51 anni è stato arrestato domenica mattina dal personale della Sezione Volanti per atti persecutori nei confronti dell’ex moglie, cittadina italiana di 49 anni.

LA PERSECUZIONE Lo scorso 14 maggio l’ex moglie aveva formalizzato denuncia nei confronti dell'uomo per il reato di atti persecutori e per la violazione dei provvedimenti emessi a suo carico: l'ex marito, infatti, in diverse occasioni aveva tentato di avvicinarla, anche introducendosi presso l’appartamento o facendosi trovare vicino al posto di lavoro. Domenica mattina, trovatasi di fronte l’uomo sul pianerottolo della propria abitazione, con fare alterato e inveendo nei suoi confronti parole offensive, la donna non ha esitato a chiamare il 113 e gli agenti della Volante. La Polizia è intervenuta immediatamente: l’uomo in fuga è stato bloccato nei pressi dell’area condominiale, dove stava tentando di nascondersi. 

ESPULSO L’autorità giudiziaria ne aveva disposto, a seguito dell’arresto, l’accompagnato presso la Casa Circondariale di Padova da dove, nella giornata di ieri, è uscito e, essendo risultato irregolare sul territorio nazionale, è stato sottoposto a decreto di Espulsione del Prefetto, eseguito stamattina mediante trattenimento presso il CPR di Milano.