Cronaca di Redazione , 13/04/2021 7:09

Vaccini covid, Lorenzoni: A Padova coordinamento poco efficiente

Arturo Lorenzoni

"Apprendo con dispiacere che oggi le vaccinazioni in Fiera a Padova non sono state eseguite a pieno ritmo anche a causa di un coordinamento poco efficiente da parte delle autorità sanitarie". 

Lo denuncia il portavoce dell'opposizione in Consiglio regionale, Arturo Lorenzoni, ex vice sindaco di Padova. "Il problema - osserva - è che ci sono poche dosi, ma non solo. Non esiste un database aggiornato in tempo reale: sono state convocate persone decedute, non sono state depennate dalla lista delle persone da vaccinare quelle già vaccinate". È il caso, ad esempio, dei professori universitari. "Come abbiamo sottolineato fin da subito, - spiega - demandare agli anziani la prenotazione è un errore. Non è pensabile che le categorie più fragili debbano prendere l'iniziativa per aderire on line alla campagna vaccinale. Non avere un approccio unico a livello regionale, lasciando alle singole Ulss il compito di gestire il rapporto con i cittadini, - sottolinea Lorenzoni - è un limite". 

Serve, invece, un'organizzazione efficiente, mentre le modalità di convocazione non vanno cambiate ogni tre giorni; altrimenti si genera solo confusione, in particolare fra gli anziani. Auspichiamo - conclude, "che quanto accaduto oggi non si ripeta più. La vaccinazione di massa è l'unico modo per uscire dalla crisi".