Cronaca di Redazione , 12/04/2021 15:22

Zaia: Over 60 vaccinati entro l'estate

Luca Zaia

Il Veneto registra 587 nuovi contagi Covid nelle ultime 24 ore, uno dei dati più bassi delle ultime settimane. Si tratta di un numero che, come ogni lunedì, risente dei ritardi nel caricamento nel week end. I decessi sono 11. Lo il Presidente del Veneto Luca Zaia nella consueta conferenza stampa. 

L'incidenza dei positivi sui tamponi fatti è del 4,99%. Il dato negativo è che tornano a salire i ricoveri negli ospedali: complessivamente sono 2.122 (+26) i pazienti con Covid nei nosocomi del Veneto. "Siamo sempre sopra il massimo che era stato registrato a marzo, con 2.068 - ha commentato il governatore - significa che noi ogni giorno abbiamo 70-80 persone che entrano in ospedale". Zaia ribadisce che il Veneto avrebbe dati da zona gialla.

L'allentamento alle restrizioni potrà avvenire "a fine aprile, inizio maggio, quando si cominceranno a rendere meno severe le prescrizioni" prevede il Presidente del Veneto parlando di una manovra "lenta e graduale. Perchè l'on/off - conclude - non esiste".

“Siamo partiti da oggi con le scuole sentinella per monitorare il virus negli istituti. Stiamo lavorando alle nuove linee guida per le riaperture e credo sia fondamentale rivedere i 21 parametri, va rivisto il modello di attribuzione delle zone” ha detto Zaia.

VACCINO

"Ragionevolmente chiuderemo la partita dei vaccinati over 60, prima dell'estate, entro il 21 giugno" ha detto. "Ci vogliono vaccini - aggiunge - spero che Draghi si decida a rompere il muro dei contratti europei e vada al libero mercato. Il commissario Figliuolo ha confermato che in settimana arriveranno 136 mila Pfizer, 13mila AstraZeneca, 154.600 J&J, Moderna non pervenuto. Da settimane - spiega il Governatore alludendo a Moderna - non si capisce che storia c'è dietro". Zaia rincara: "Noi siamo senza vaccini mentre noi vogliamo e possiamo farli".

In merito ai vaccini ha poi spiegato inoltre che con i tecnici è in corso un conteggio per capire i residuali, quelli che non hanno risposto alla chiamata del vaccino, per capire quali siano i numeri e chiudere gli over 80 che sono poche unità. Ad esempio Vicenza ha 1.500 unità che non si sono presentate e non hanno dato segni di alcun tipo. Vorremmo chiudere gli over 80 in settimana.

TURISMO

“Stamani ho incontrato la stampa estera alle 11 - ha detto Zaia -, abbiamo parlato di turismo e ho confermato che noi siamo pronti: noi vogliamo aprire tutta l'offerta turistica in Veneto. Vi ricordo che di 70milioni di presenze abbiamo avuto un calo del 54% e che gli stranieri in Veneto valgono il 68% di quei 70 milioni di presenze e sono calate del 68%. Abbiamo confermato la stagione turistica 2021. Ancora non era stato colto il fatto che il Veneto apre ai turisti, vedremo come declinarla rispetto alle linee guida, ma ci siamo. Per noi chi ha il vaccino non ha problema, le porte in Veneto saranno aperte e spero anche in Italia. Molti sono preoccupati per mini quarantene, tamponi per entrare ed uscire: le regole non dovranno essere un problema per il turismo, nel rispetto della salute pubblica, ovviamente. La vera sfida è aprire con gradualità”.

“Sono a favore delle isole Covid free, la nostra si chiama Veneto. Tutti i miei veneti hanno diritto ad essere vaccinati”. E poi aggiunge "Ora siamo interessati a capire le regole. Se Roma non ci ferma noi faremo entrare chi ha fatto il vaccino". 

La stampa estera poi gli ha chiesto che posizione ha in merito ai vaccini non autorizzati: “Io ho confermato che occorre uscire dalle posizioni ideologiche che, fino ai vaccini, non ci siamo mai preoccupati della provenienza dei sieri o dei medicinali che usiamo. Adesso sembra che la provenienza sia garanzia di validità, dobbiamo superare questa posizione”.

MONITORAGGIO SCOLASTICO

"Oggi sono partite le scuole sentinella a Venezia e Verona: su oltre 600 ragazzi testati è stato trovato un solo positivo": lo annuncia l'assessore alla sanità del Veneto Manuela Lanzarin. A Venezia il controllo ha riguardato l'Istituto Corner, "dove su 416 studenti testati - rileva - ne è stato trovato uno solo di positivi". Per Verona nell'istituto in cui è stata compiuta la verifica (di cui Lanzarini non ha fornito il nome) su 240 ragazzi nessuno è risultato positivo al Covid.

 

Leggi Anche