Attualità di Redazione , 25/11/2022 12:03

Il sindaco di Leopoli Andriy Sadovyy ricevuto a Palazzo Moroni dall'assessore Benciolini

Francesca Benciolini e Andriy Sadovyy
Francesca Benciolini e Andriy Sadovyy

L’assessore con delega ai gemellaggi Francesca Benciolini ha incontrato, giovedì 24 novembre, il sindaco di Leopoli, Andriy Sadovyy, e la delegazione che lo ha accompagnato.
La visita a Padova è stata organizzata cogliendo l’occasione della sua visita in Italia, dove è stato ospite dell’assemblea nazionale ANCI, per ribadire l’amicizia tra le due Città anche in virtù del percorso intrapreso verso il gemellaggio ufficiale. Nella Sala Giunta di Palazzo Moroni è stato quindi sottoscritto un memorandum con l’obiettivo di rafforzare la tradizionale amicizia e sviluppare ulteriormente gli scambi tra i due Paesi. Tre sono gli impegni sanciti dal Memorandum: 
 - Le due Città si impegnano ad approfondire la reciproca comprensione e a promuovere l'amicizia tra i loro popoli dando spazio alla sensibilizzazione sui temi dei diritti umani e della pace;
 - Le due Città, in vista della futura sottoscrizione di un Patto di Gemellaggio, si impegnano a cooperare per individuare insieme gli aspetti più salienti da valorizzare nel rapporto di amicizia, con particolare riguardo all’ambito culturale, storico, artistico ed economico delle due Città;
 - Le due Città si impegnano a promuovere attivamente la reciproca conoscenza incoraggiando i progetti di scambio di studenti e docenti, coinvolgendo anche gli storici atenei universitari presenti in entrambe le Città.

“E’ stato un onore accogliere a nome del sindaco Sergio Giordani il sindaco di Leopoli, con il quale abbiamo avviato il percorso per sottoscrivere un Patto di Gemellaggio - spiega l’assessore Francesca Benciolini -. Abbiamo discusso delle opportunità di scambio reciproco per le nostre città con particolare riguardo alla situazione drammatica che in questi mesi si sta verificando in Ucraina. Ho conosciuto una persona che con grande lungimiranza si sta interrogando sul futuro dei propri concittadini e concittadine, consapevole delle difficoltà ma determinato a superarle con l’aiuto e il supporto di tante e tanti. Il sindaco Sadovyy - aggiunge - in particolare vuole porre molta attenzione al tema della salute fisica e psicologica delle tante persone che si stanno riversando come profughi nella loro città che, pur colpita da attacchi, resta uno dei luoghi di rifugio per il paese. Nei prossimi anni sarà necessario ricostruire ciò che la guerra di questi mesi sta distruggendo, e sarà importante farlo mettendo al centro la pace, i diritti umani e l’amicizia tra popoli e la Città di Padova, che ha fatto di questi temi il centro del suo agire, sarà al fianco dei cittadini e delle cittadine ucraine nella promozione di questi valori”.