Attualità di Redazione , 06/08/2022 7:50

Interventi di manutenzione straordinaria sulla rete idraulica di Albignasego

Filippo Giacinti
Filippo Giacinti

Il Comune di Albignasego ha stanziato 135 mila euro per la pulizia straordinaria dei fossi privati, oltre ai consueti 100 mila euro per quello comunali. È stato infatti siglato un accordo di programma tra il Comune e il Consorzio di Bonifica Bacchiglione. A essere interessato dai lavori è il quadrante Ovest, quello compreso tra le vie Manzoni e Pellico. “L’obiettivo – annuncia il sindaco Filippo Giacinti – è risolvere alcune situazioni critiche presenti nella maglia idraulica del nostro territorio, che poi hanno conseguenze sulla rete viaria e abitativa. Gli interventi, realizzati appunto dal Consorzio, potranno prevenire fenomeni di allagamento in alcune zone potrebbero allagarsi in caso di così dette bombe d’acqua”.

Le consultazioni tra i due Enti sono state avviate da diversi mesi nei quali si sono studiate le soluzioni migliori per risolvere il problema anche in caso di fenomeni del tutto eccezionali. “Nei territori di bonifica idraulica come il nostro – spiega Massimiliano Barison, assessore ai Rapporti istituzionali fra Enti – alla fitta rete di scoli è affidato il compito di raccogliere in un primo invaso le acque meteoriche: in questo modo si impedisce all’acqua raccolta di causare allagamenti alla rete viaria e alle aree urbanizzate. Questo non è necessario quando la pioggia è di lieve o moderata entità, ma diventa un problema quando si verificano gli eventi atmosferici eccezionali, quelli che scaricano enormi quantità di pioggia in un breve lasso temporale”.

Da qui la necessità di provvedere alle manutenzioni straordinarie sulla maglia idraulica territoriale. I lavori consisteranno nell’escavazione e nel ripristino della rete idraulica principale, necessari per rimuovere le situazioni di criticità idraulica nel territorio e fluidificare la raccolta e il deflusso delle acque dalle zone urbanizzate verso gli scoli consorziali principali che portano l’acqua meteorica alle idrovore di Bovolenta. Come stabilito dall’accordo tra Comune e Consorzio, i lavori dovranno essere conclusi entro 18 mesi dall’approvazione del progetto. “Il progetto – elenca Barison – prevede una serie di interventi per una lunghezza complessiva pari a circa 5.200 metri su fossi privati in aperta campagna o a ridosso di quartieri residenziali. I lavori consisteranno sia nella pulizia, sia nello scavo dell’alveo, in modo da ripristinare le quote della livelletta di fondo per un adeguato afflusso delle acque piovane nella rete consorziale. Saranno inoltre sistemate le tombinature che saranno adeguate alla nuova livelletta ed eventualmente sostituite.

Nel caso di piante e alberature lungo i fossi, saranno valutate la potatura o eventuale taglio degli arbusto che impediscano il corretto deflusso delle acque.