Attualità di Redazione , 13/04/2021 12:45

Cittadini sentinelle del territorio, a Borgoricco via alle adesioni

Riccardo Michelazzo

Cittadini prime “sentinelle del territorio”. A lanciare l’iniziativa il Comune di Borgoricco che, in linea e per molti aspetti in anticipo con quanto previsto dal Codice della riforma del Terzo Settore recentemente approvato, sta mettendo a punto, in queste settimane, un regolamento per l’istituzione di un «Nucleo di monitoraggio».

Tra gli esempi concreti delle azioni in campo: il monitoraggio dei parchi, dall’abbandono dei rifiuti per strada o nei fossati fino agli atti vandalici, ma anche il semplice rimboccarsi le maniche per riordinare uno spazio incolto, tagliare l’erba a un’aiuola vicino alle scuole, offrire la propria disponibilità di volontari a supporto di iniziative destinate alla comunità.

«È un esempio di partecipazione attiva dei cittadini a fianco dell’amministrazione pubblica, un patrimonio insostituibile per un ente pubblico – spiega il sindaco Alberto Stefani –. Nei fatti si tratta di una collaborazione tra istituzioni e cittadini che potranno dare il proprio contributo anche singolarmente e non solo se appartenenti a gruppi o associazioni. Il senso civico deve partire anche dal senso di appartenenza al proprio Stato, al proprio paese, alla propria comunità. Un legame forte che a Borgoricco è diffuso, capillare, una ricchezza straordinaria che abbiamo l’obbligo di valorizzare. In realtà piccole e solide come le nostre, i primi a conoscere il territorio sono i cittadini».

A occuparsi nel concreto di costituire e avviare il «Nucleo di monitoraggio» è Riccardo Michelazzo, Presidente del consiglio comunale con delega al mondo dell’associazionismo. «Di fatto i cittadini sono già protagonisti di questa “lezione” civica – spiega il presidente del consiglio comunale -. Abbiamo già raccolto molte adesioni spontanee da parte di singoli residenti. Da qui lo spunto per mettere sulla carta, anche a livello formale con la stesura di un apposito Regolamento, la possibilità di dare una mano collaborando con il proprio territorio per il territorio. I volontari saranno iscritti in un albo pubblico. Le persone, a loro volta, potranno riconoscerli attraverso un apposito un tesserino rilasciato dal Comune. Il compito dei volontari del “Nucleo di monitoraggio”, per quali abbiamo previsto, ad esempio, una copertura assicurativa, è semplicemente quello di tenere gli occhi aperti e non voltarsi dall’altra parte, vale a dire monitorare e segnalare. Faccio un esempio: se nell’azione di controllo si imbatteranno in episodi per i quali potrebbero ravvisarsi sanzioni o altri provvedimenti, il ruolo delle nostre sentinelle sarà quello di allertare immediatamente l’amministrazione pubblica (tramite un apposito canale diretto) e, quindi, gli enti preposti a occuparsene: Comune, Polizia municipale, Forze dell’ordine. Insieme a tutta l’amministrazione ringraziamo le tante persone che ci hanno già dato la loro disponibilità e anche coloro che continuano, singolarmente, a fare segnalazioni attraverso il Telefono Blu (3200386292) attivato già in avvio del nostro mandato, così da permetterci di intervenire e provvedere con celerità”.